UniCredit, l’uscita dalla Russia non sarà a breve

UniCredit, l'uscita dalla Russia non sarà a breve

[ad_1]

unicredit-tower_2Rispondendo alle domande di alcuni azionisti in vista dell’assemblea degli azionisti di venerdì 8 aprile 2022, il numero uno di UniCredit, Andrea Orcel ha precisato che l’uscita della banca dalla Russia non potrà avvenire in tempi brevi, in quanto occorre “dismettere una banca che impiega oltre 4.000 persone e serve più di 1500 aziende, 1.250 delle quali sono aziende europee, e assorbire uno shock che potrebbe raggiungere i 7,5 miliardi di euro”.

Orcel ha aggiunto che il management di UniCredit sta completando un’urgente valutazione interna dell’impatto, delle implicazioni e delle conseguenze di un’uscita sulla banca.

“Non è possibile trarre conclusioni dall’oggi al domani, ma forniremo presto maggiori dettagli”, ha concluso Andrea Orcel.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio.
Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.