Borsa Italiana, il commento della seduta di oggi (17 febbraio 2022)

Borsa Italiana, il commento della seduta di oggi (17 febbraio 2022)

[ad_1]


Forte volatilità su Tenaris, dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2021. Prevalgono le vendite sui titoli del settore bancario. Spicca il rally di ePrice

piazza-affari-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee registrano variazioni frazionali a metà seduta.

Alle 12.55 il FTSEMib era in calo dello 0,28% a 26.893 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 26.734 punti e un massimo di 27.025 punti. Alla stessa ora il FTSE Italia All Share perdeva lo 0,2%. Performance positive, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (+0,62%) e per il FTSE Italia Star (+0,16%).

Il bitcoin si è avvicinato ai 43.000 dollari (circa 38.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 160 punti.

L’euro resta sopra gli 1,135 dollari.

 

Forte volatilità su Tenaris (-2,19% a 11,595 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2021. I numeri dello scorso anno hanno evidenziato un forte miglioramento del fatturato e della redditività. Il management di Tenaris prevede un’ulteriore crescita delle vendite nel primo semestre del 2022 e un miglioramento della marginalità. Sulla base dei risultati trimestrali, il management di Tenaris ha proposto la distribuzione di un dividendo 2022 per un ammontare complessivo di 484 milioni di dollari.

 

In frazionale calo Stellantis (-0,51% a 17,082 euro). L’ACEA (l’associazione europea che raggruppa i produttori di automobili) ha comunicato che nel mese di gennaio 2022 sono state immatricolate nell’Unione Europea 682.596 vetture, in flessione del 6% rispetto alle 726.491 dello stesso periodo del 2021. In forte contrazione anche le vendite di Stellantis a gennaio 2022: lo scorso mese il gruppo automobilistico nato dall’integrazione tra FCA e PSA ha registrato un calo delle immatricolazioni del 15,1% con 139.949 vetture vendute.

 

Prevalgono le vandite sui titoli del settore bancario.

Spicca la flessione di BPER Banca (-1,45% a 2,102 euro). In rosso anche UniCredit (-1,56%).

 

Generali cede l’1,37% a 18,695 euro. Il CdA della compagnia assicurativa ha preso atto della decisione del presidente Gabriele Galateri di Genola di non candidarsi per il prossimo rinnovo del consiglio di amministrazione.

 

Ottime performance per le società del lusso. Al FTSEMib spicca il rialzo di Moncler (+2,18%).

 

ePrice registra un balzo del 15,7% a 0,0325 euro. Il consiglio di amministrazione della società ha deliberato la sottoscrizione di una proposta vincolante pervenuta da Negma Group che, fornendo le linee guida del progetto di risanamento, conferma l’interesse di Negma a ripatrimonializzare e finanziare la società nonché a trasformarla in un investment company in realtà italiane ed europee attive nel settore tech.

 

Civitanavi Systems in calo dell’1,3% a 3,948 euro nel giorno del debutto a Piazza Affari. Il prezzo di offerta delle azioni era stato fissato a 4 euro, per una capitalizzazione iniziale di circa 123 milioni di euro.


[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.