Investimenti: come passare dalla teoria alla pratica

Investimenti: come passare dalla teoria alla pratica

[ad_1]

Ok Francesco, tutto molto interessante, ma come faccio a passare dalla teoria alla pratica nel mio processo di investimento? Perché vedete, la differenza di approccio sta tutto qui!

Perciò torniamo a noi e cominciamo a vedere IN PRATICA, cosa fare per partire…

Preferisco essere sintetico, ordinato e semplice, quindi ecco l’elenco delle cose da fare:

  1. Formarvi (sembra scontato ma meglio ripeterlo 1000 volte)
  2. Aprire un conto corrente presso una banca o altro intermediario/broker
  3. Compilare il questionario Mifid (quel questionario che vi identifica il vostro profilo di rischio, in modo tale che se conoscete a malapena i titoli di stato, e venite sedotti da un truffatore ad investire in derivati, il sistema vi blocchi preservando il vostro capitale e bloccando la vostra avidità)
  4. Aprire il deposito titoli (qualora operiate tramite istituto bancario)
  5. Effettuare un bonifico sul vostro nuovo conto corrente
  6. Investire

Detta così a livello di passaggio non sembra essere poi così complicato, salvo alcuni piccoli (ma fondamentali) accorgimenti su alcuni dei punti visti sopra…

Formazione

Scegliete bene le fonti da cui trarre la vostra formazione (noi ci riteniamo affidabili ma ovviamente dipende dal vostro giudizio, ed essendo autoreferenziale non mi piace quindi mi fermo qui). Anche leggere libri sull’argomento, consultare vari blog e siti web, oggi permette di avere davvero un’ottima (prima) infarinatura sul tema

Qui sotto vi ho messo due libri a mio giudizio imprescindibili per chi si approccia sui mercati finanziari, decisamente un ottimo punto di partenza!

web

web

web

web

Conti correnti

Verificate attentamente i costi di gestione del conto corrente (canone mensile, costo delle operazioni di bonifico, se dovete spostare i soldi da un conto all’altro, costi dell’home banking), potete usare siti come confrontaconti.it nella sezione dedicata o comunque verificare le varie offerte online dei principali istituti o broker

Questionario Mifid

Rispondete alle domande in modo onesto: se vi chiedono “conoscenza di obbligazioni strutturate” e ne avete solo sentito parlare rispondete “no”. Questo perché poi sarà (soprattutto se operate con qualche intermediario bancario) impossibile rifilarvi prodotti che non sono in linea con il vostro profilo

Deposito titoli

Anche qui attenzione ai costi (spese di custodia fisse, in alcune soluzioni sono gratuite, costi di compravendita degli investimenti che volete fare, fondi/etf/azioni, il costo per eseguito minimo e massimo, disponibilità di mercati su cui poter acquistare i vostri investimenti, soprattutto se dovete comprare strumenti finanziari esteri)

Investire

Non partite mai dal prodotto singolo, ma effettuate tutte le analisi che abbiamo spiegato nei 150 articoli precedenti

Non siate avidi, studiate i rendimenti storici delle diverse asset class, così quando vi proporranno il 50% in un anno sui Titoli di Stato americani, ma storicamente i Titoli di Stato americani performano al 4/5% annuo, saprete di essere davanti ad una truffa

Se non trovate la parte relativa ai costi del deposito titoli e dell’operatività lato investimenti, andate sul sito internet delle varie aziende, nella sezione “fogli informativi”, dove potrete avere le diverse informazioni mancanti.

Per quanto riguarda i broker, esiste un sito molto utile della Consob in cui trovate i broker autorizzati e quelli bannati, in modo da non incappare in situazioni “anomale” e spiacevoli, in modo da preservare la prima regola di quando investite: non buttare soldi nel dalla finestra.

Attenzione anche alla fiscalità, perché infatti se operate tramite banca o tramite broker italiani, tipicamente siete in “regime amministrato”, ciò significa che l’intermediario si occupa di tutta la parte fiscale al posto vostro.

Viceversa, se operate con broker esteri, è probabile che avrete il “regime dichiarativo”, cioè sarete VOI a dovervi occupare di tutta la parte fiscale (tipicamente bisogna dire che il broker manda prima del periodo di dichiarazione redditi un precompilato che dovrete quindi solo verificare).

Alla prossima!

Se ritieni utili le mie analisi, e vuoi ricevere gli aggiornamenti quando le pubblico in tempo reale, clicca sul pulsante SEGUI del mio profilo!

“Quest’articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all’investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l’acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico

[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.