Le tensioni geopolitiche affondano i mercati azionari

Le tensioni geopolitiche affondano i mercati azionari

[ad_1]

mercato-azionario-negativo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades – ha segnalato che lunedì 14 febbraio 2022 i mercati azionari europei sono in sofferenza in un clima sempre meno propenso al rischio, estendendo il sell-off innescato venerdì scorso.

“La maggior parte dei settori rimane fortemente al ribasso all’inizio di una nuova settimana in cui l’umore del mercato continua a essere appesantito dall’aggravarsi delle tensioni geopolitiche in Europa orientale,” ha spiegato Veyret.

Ci sono delle eccezioni, ovvero “le materie prime come grano, energia e metalli preziosi, che traggono vantaggio poiché sia la Russia che l’Ucraina sono grandi produttori o esportatori”.

“Detto questo, il fatto che i mercati obbligazionari abbiano smesso di salire mentre il dollaro e l’euro sono rimasti stabili tende a suggerire che l’attuale ondata di vendite azionarie sia temporanea e dettata dalla paura di perdite nell’immediato,” ha concluso Veyret.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio.
Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.