Borsa Italiana, il commento della seduta di oggi (15 febbraio 2022)

Borsa Italiana, il commento della seduta di oggi (15 febbraio 2022)

[ad_1]


I maggiori indici di Borsa Italiana e le piazze finanziarie europee registrano rialzi nell’ordine del punto e messo percentuale. Spiccano i progressi del BancoBPM e di BPER Banca

mercato-positivo_2I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee registrano rialzi nell’ordine del punto e messo percentuale, dopo la pesante correzione subita il giorno precedente. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades – gli investitori accolgono con favore i segnali rassicuranti di allentamento delle tensioni geopolitiche tra la Russia e l’Occidente, che hanno aumentato l’appetito per gli asset più rischiosi.

Alle 14.10 il FTSEMib era in progresso dell’1,68% a 26.860 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 26.303 punti e un massimo di 26.917 punti. Alla stessa ora il FTSE Italia All Share guadagnava l’1,71%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,99%) e per il FTSE Italia Star (+1,58%).

Il bitcoin ha superato i 44.000 dollari (circa 39.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è sceso a 165 punti.

L’euro è risalito a 1,135 dollari.

 

Rimbalzano i titoli del settore bancario, dopo la forte correzione subita il giorno precedente.

BancoBPM resta sotto i riflettori. Il titolo dell’istituto guadagna il 2,95% a 3,632 euro.

Ottima giornata anche per BPER Banca (+6,52% a 2,107 euro). L’istituto ha comunicato di aver sottoscritto il contratto di acquisizione di una partecipazione di controllo, pari a circa l’80% dell’attuale capitale di Banca Carige (-0,13% a 0,7891 euro) detenuta dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e dallo Schema Volontario di Intervento. A valle del closing BPER Banca promuoverà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle restanti azioni dell’istituto ligure al prezzo unitario di 0,8 euro.

 

Senza direzione i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a marzo 2022) è sceso a 92,5 dollari al barile.

ENI registra un calo dello 0,77% a 13,222 euro.

Invariata Saipem (a 1,14 euro). La società di ingegneristica ha comunicato che il 15 marzo il consiglio di amministrazione approverà la revisione del piano strategico 2022/2025 presentato lo scorso 28 ottobre 2021.

 

In frazionale rialzo Telecom Italia TIM (+0,24% a 0,414 euro). Il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica si è riunito per un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori per il piano industriale. In linea generale il piano individuerà per ciascuna attività di business il modello che ne garantisca lo sviluppo in termini di innovazione, redditività e creazione di valore. Inoltre, il CdA ha preso atto che sta proseguendo l’attività avviata lo scorso 26 gennaio dall’amministratore delegato per esplorare possibili opzioni strategiche anche attraverso soluzioni che comportino il superamento dell’integrazione verticale.

 

Al MidCap spicca l’ottima performance di Autogrill (+7,97% a 6,77 euro). La società di ristorazione ha comunicato i risultati preliminari del 2021, esercizio chiuso con ricavi per 2,6 miliardi di euro, in aumento del 30,9% rispetto agli 1,98 miliardi ottenuti nell’anno precedente. I ricavi risultano essere nella parte più alta della forchetta relativa alla precedente guidance tra 2,3 miliardi e 2,6 miliardi di euro. Autogrill ha precisato che le previsioni finanziarie per il 2024 non sono state modificate.

 

All’Euronext Growth Milan focus su Technoprobe, nel giorno del debutto nel listino dedicato alle PMI dinamiche e competitive. Il titolo registra un rialzo del 13,9% a 6,491 euro. Le azioni della società erano state collocate a 5,7 euro, con una capitalizzazione iniziale pari a 3,43 miliardi di euro.


[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.