Torna la volatilità, attenzione all’ultima seduta d’ottava!

Torna la volatilità, attenzione all'ultima seduta d'ottava!

[ad_1]

I prezzi delle azioni di Wall Street e dei titoli di stato sono scesi giovedì dopo che i dati hanno mostrato che il tasso di inflazione statunitense ha raggiunto il massimo da 40 anni a gennaio.

L’ultima pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo ha spinto i trader a scommettere su un’azione più aggressiva da parte della Federal Reserve, con un aumento dei tassi di interesse di previsto sul mercato per il 2022. Con tassi più alti, e quindi costi di finanziamento più elevati.

L’indice ha chiuso in ribasso dell’1,8%, tirato al ribasso dai settori immobiliare e tecnologico, mentre il , è sceso del 2,1%. Il sottoindice immobiliare S&P 500 ha avuto il suo giorno peggiore in più di un mese, scendendo del 2,9%, poiché i tassi di interesse più elevati alimentano i mutui.

Anche il debito pubblico statunitense è stato sottoposto a rinnovate pressioni di vendita. Il rendimento del Buono del Tesoro a due anni, che si muove inversamente al suo prezzo e segue da vicino le aspettative sui tassi di interesse, è aumentato di ben 0,27 punti percentuali all’1,64%, il livello più alto da dicembre 2019.

Il titolo del Tesoro decennale, che si muove con l’inflazione e le aspettative economiche, è salito a un massimo del 2,05%, superando il 2% per la prima volta da agosto 2019. Sebbene il movimento dei rendimenti a 10 anni sia stato significativo, i cambiamenti maggiori erano in note a breve scadenza suggerendo che l’attenzione del mercato giovedì era più sulla potenziale reazione politica della Fed all’inflazione piuttosto che sull’inflazione stessa.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.

[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.