Bilancio BPER Banca, i conti del 2021. Dividendo 2022 di 0,06 euro

Bilancio BPER Banca, i conti del 2021. Dividendo 2022 di 0,06 euro

[ad_1]

L’esercizio è stato caratterizzato da un generale miglioramento delle principali voci di conto economico e della qualità del credito.

bper-bancaBPER Banca ha comunicato i risultati finanziari preliminari del 2021, esercizio caratterizzato da un generale miglioramento delle principali voci di conto economico e della qualità del credito.

Il management ha segnalato che nel 2022 l’attività della banca continuerà ad essere focalizzata sulla crescita della redditività ordinaria, mentre i ricavi sono attesi in aumento, supportati in particolare dalla componente commissionale relativa al comparto del risparmio gestito e bancassurance.

I vertici hanno proposto la distribuzione di un dividendo di 0,06 euro per azione.

Nel dettaglio, l’istituto ha terminato lo scorso anno con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 525,12 milioni di euro, risultato che si confronta con i 236,93 milioni contabilizzati nel 2020. L’istituto ha segnalato che sul risultato d’esercizio ha influito un avviamento negativo per 1,13 miliardi di euro, di cui 817,7 milioni relativi al badwill emerso dal processo di Purchase Price Allocation (PPA) richiesta rispetto all’acquisizione dei rami d’azienda di UBI Banca e UBISS eseguita nell’esercizio.

In miglioramento anche il risultato della gestione operativa, che è cresciuto da 881,84 milioni a 900,76 milioni di euro (+2,2%), mentre i proventi operativi sono aumentati del 35% a 3,39 miliardi di euro, in seguito al balzo delle commissioni nette (+53,1% a 1,64 miliardi) e al risultato netto della finanza (196,23 milioni), che ha beneficiato degli utili derivanti dalle cessioni di attività finanziarie e della buona performance realizzata dai mercati.

A fine 2021 i crediti alla clientela, al netto delle rettifiche di valore, ammontavano a 79,1 miliardi di euro. Alla stessa data i crediti deteriorati netti (sofferenze, inadempienze probabili e scaduti) erano pari a 1,6 miliardi di euro (in calo del 18,5% rispetto a fine settembre 2021), con un’incidenza pari al 2% sui crediti netti complessivi, in diminuzione rispetto al 4,0% di fine 2020 e un coverage ratio del 60,4%.

Sempre a fine 2021 il Common Equity Tier 1 era pari al 14,5% (14,7% al 30 settembre 2021). L’indice calcolato in regime di piena applicazione era pari al 13,5% (13,7% al 30 settembre 2021).

Alla stessa data i titoli di debito erano pari a 27,3 miliardi di euro; di questi, 14,3 miliardi erano riferiti a titoli governativi (8,6 miliardi di euro rappresentati da titoli di Stato italiani).

BPER Banca ha segnalato che nel 2022 l’attività della banca continuerà ad essere focalizzata sulla crescita della redditività ordinaria, tramite lo sviluppo del core business, che beneficerà del rafforzamento della posizione competitiva raggiunta lo scorso anno.

Il management ha aggiunto che i ricavi sono attesi in aumento, supportati in particolare dalla componente commissionale relativa al comparto del risparmio gestito e bancassurance, nonché da un’attività di finanziamento alla clientela prevista in crescita nel corso dell’anno, trascinata anche dai benefici derivanti dagli investimenti previsti dal PNRR.

Sul fronte dei costi, continueranno le azioni di efficientamento e razionalizzazione che contribuiranno a compensare i costi per gli investimenti che saranno previsti dal nuovo piano industriale 2022-2024.

Il costo del credito è previsto in calo unitamente ad una qualità del credito attesa in ulteriore miglioramento grazie alle azioni di derisking in corso. La posizione di capitale è attesa rimanere su livelli elevati.

Il management di BPER Banca ha proposto la distribuzione di un dividendo 2022 (relativo al bilancio del 2021) di 0,06 euro per azione, in aumento rispetto agli 0,04 euro assegnati lo scorso anno. L’ammontare complessivo del dividendo è pari a 84,8 milioni di euro.


[ad_2]

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.